IT / EN

zanotta.it

  • Lifestyle

Oggetti rivisti

Un po’ instant-magazine, un po’ applicazione-annuario, è il nuovo catalogo digitale delle migliori esposizioni viste alla settimana milanese del design 2014.

Creato con un approccio inclusivo e multidisciplinare, “Oggetti Rivisti – Objects Reviewed” è un esperimento di editoria digitale. Un’applicazione innovativa che nasce dall’intento di creare un magazine di design per IPad. L’esperimento della nuova app nasce soprattutto da una convinzione: quella che il design – in particolare nella versione urbana e libera del fuorisalone – sia una disciplina aperta, tanto più ricca e influente quanto più vari sono i punti di vista che si formano su di essa. Il numero zero è pubblicato nell’aprile 2013 dalla media-agency di design inglese Granger Press -società specializzata nella produzione di app per tablet e smart phone, oltre che nella realizzazione di siti e cataloghi online. Il progetto è nato con il contributo di designer, critici, giornalisti e sociologi tra cui Alessandro Guerriero, Intersezioni, Paolo Ulian, Virginio Briatore, Martina Gamboni, Franco Raggi, Daniele Cassandro e Ivana Pais. A un anno dal numero di avvio, “Oggetti Rivisti” torna durante il Salone del Mobile 2014 di Milano arricchito dal sostegno dell’agenzia creativa C-Zone e con il lancio ufficiale con un incontro-festa nello showroom di Zanotta nel centro storico milanese, alla presenza di stampa, progettisti, designer. «Nella sua funzione di annuario, “Oggetti Rivisti” si presenta come un prodotto da conservare, leggere e consultare. Un oggetto ambizioso, ma senza narcisismo», affermano i curatori, che spiegano: «L’idea è di farne un catalogo ragionato senza ambizioni di completezza, per celebrare la cultura del design con un approccio inclusivo e mettendo a fuoco, a partire da un nucleo di “idee forti”, le tendenze (e pure qualche vezzo individuale) con le quali interpretare il mondo del progetto». “Oggetti Rivisti” è anche un invito a scrivere di design, rivolto non soltanto a studiosi, critici e giornalisti, ma anche ad architetti, artisti, sociologi, curatori, buyer, fotografi, videomaker e ai nuovi artigiani-autoproduttori. Un appello, insomma, a chi ha un occhio allenato ai trend, alle tipologie e ai materiali, capace di svolgere indagini significative, rilevate da prospettive differenti. La nuova app è realizzata in collaborazione con una ventina di giornalisti, critici ed esperti di design, i quali hanno il compito di selezionare uno o più progetti notevoli durante i principali eventi del settore e presentarne una recensione con testo e fotografie o video: dal Salone del Mobile di Milano a rassegne e fiere come “Abitare il Tempo” di Verona e la “London Design Week” britannica. Dal 10 giugno 2014 si apre anche una sezione dalla Biennale di Architettura di Venezia. L’elenco integrale dei collaboratori, in ordine alfabetico, figura all’inizio del magazine, ma nessuno degli articoli riporta la firma del proprio autore, per una visione corale e partecipata dell’informazione online. Per info e installazione gratuita dell’app: https://itunes.apple.com/it/app/oggetti-rivisti/id828994818?mt=8

indice-mappa2-OK   articolo-OK