IT / EN

zanotta.it

  • Lifestyle

Patrimonio Italia

Ci sono tanti modi per promuovere la cultura italiana. Quello che ha scelto l’Istituto italiano di cultura a Parigi punta sul design.

La cultura – come il paesaggio, la musica e l’arte – è uno degli elementi essenziali dell’identità italiana nel mondo e rappresenta un patrimonio cui attingere per affrontare le sfide della contemporaneità. Ne fanno parte a pieno titolo le imprese, gli ambiti di ricerca e i progettisti della moda, dell’agroalimentare e del design, settori in cui il nostro Paese può vantare punte di eccellenza a livello mondiale. La promozione culturale occupa un ruolo fondamentale nella politica estera italiana e costituisce uno dei principali strumenti di comunicazione verso il mondo. Tra gli attori delle iniziative di promozione realizzati dal Ministero degli affari esteri, i 90 Istituti di cultura italiani. Quello francese, con sede a Parigi, nel prestigioso Hôtel de Galliffet, è uno dei più attivi ed è diretto in modo dinamico da Marina Valensise (nella foto sotto). L’occasione per celebrarlo è il restauro dei locali, coinciso con la Festa della Musica nel giorno del solstizio d’estate. Il 21 giugno sono stati dunque presentati al pubblico i locali dell’Istituto italiano di cultura interamente riqualificati: la foresteria sulla rue de Grenelle, la segreteria di direzione, l’atrio, la nuova cucina destinata ai Corsi di lingua italiana in cucina e il salone degli specchi (www.iicparigi.esteri.it).

Testimoni eccellenti
Prodotti della collezione Zanotta sono stati scelti per arredare la nuova foresteria con una nutrita serie di elementi di design: tavoli (Sanmarco, Reale, Orione), sedie (Lia, Eva, Tonietta), poltrone (Ardea, Lady), divani (Pianoalto, Beta) e numerosi complementi d’arredo (appendiabiti Sciangai, tavolini Cumano e Toi, portabiti Servonotte e sgabelli Lio). Per rendere omaggio alle imprese italiane d’eccellenza che, sposando i nuovi programmi dell’Istituto in nome della sinergia tra industria e cultura, hanno contribuito con i loro prodotti al suo rinnovamento l’evento ha visto l’inaugurazione del Graffito Murale dell’artista Giuseppe Caccavale e dei suoi allievi dell’Ecole nationale des arts décoratifs di Parigi. Il celebre chef Gianfranco Vissani -assistito dal cuoco dell’Ambasciata d’Italia Alberto Manfredi- ha aperto la cucina destinata ai corsi. Per festeggiare il giorno più lungo dell’anno, insieme al mondo della musica, quattro solisti dell’Accademia Teatro alla Scala di Milano hanno suonato le arie più celebri di Giuseppe Verdi, nel bicentenario della nascita del grande compositore. Cultura come espressione del made in Italy e portavoce dell’impresa creativa italiana di qualità.